I Malvagi

untitled-3

 

Abbonamenti

le-cognate

 

Le Cognate

amore-mio-5web

 

Amore mio

alessandro-benvenuti-bn-ph-carlotta-benvenuti-web

 

L’Avaro

lalocandiera-570x350

 

La Locandiera

sorelle-materassi-2

 

Sorelle Materassi 

bobo

Ciampi ve lo

faccio vedere io

alfonso-santagata-ph-karen-di-paola

 

I Malvagi

rosalyn

 

Rosalyn

alfonso-santagata-ph-karen-di-paola

I MALVAGI

da Dostoevskij

ANTEPRIMA

ideazione e regia Alfonso Santagata

con Alfonso Santagata, Sandra Ceccarelli, Massilmiliano Poli, Tommaso Taddei, Carla Colavolpe e Giancarlo Viario

La giovanile infatuazione di Dostoevskij per il socialismo francese l’aveva condotto al patibolo, poi graziato in una galera siberiana. Il nostro lavoro parte da le ‘Memorie dalla casa dei morti’, appunto il non breve periodo trascorso in piccolo villaggio della Siberia meridionale tra carcere e lavori forzati. Un luogo abitato da “delinquenti del tutto privati di qualsiasi diritto civile, brandelli recisi dalla società”. Volti non di morti, però, ma di dannati, vivi esiliati all’inferno. E in questo luogo di sofferenza trova ossigeno per la sua opera. Prendono vita le sue idee migliori che ritroveremo incarnate nei protagonisti dei suoi romanzi.Dostoevskij si scaglia contro tutta la società del suo tempo non soltanto contro i rivoluzionari invasati e folli, ammalati di nichilismo, che sfidano o negano Dio e quindi i valori della società russa. Vede nel nichilismo una sorta di distacco, di deresponsabilizzazione dell’uomo nei confronti del dolore e del male, ma vede in questo anche lo sventurato, il sofferente in modo assolutamente umano.Lavoreremo sulle ombre dei personaggi di Dostoevskij indagando anche il mondo che ci circonda. S’incontreranno, si scontreranno pazzi instabili, organizzazioni segrete, cospiratori, traditori, rivoluzionari, fanatici delle proprie idee.

Una produzione Katzenmacher soc. coop.

Col sostegno di

Ministero Beni e Attività Culturali – Regione Toscana – Comune di San Casciano V.P. – Comune di Gavorrano