image1

Atlantico

6 maggio 2017 – ore 21,30

“Atlantico” è una commedia musicale, non proprio un musical dove gli interpreti cantano anche per chiedere “come stai?”, ma un mix di recitazione e canto. Ogni brano ha musica e testo originali, inediti, anche se si ispira a generi conosciutissimi, come il rap o il rock, il country, tanto per fare alcuni esempi.

La vicenda è ambientata in Portogallo nel 1450, in piena epoca di grandi scoperte. La Scuola di Sagres, all’estrema punta sud ovest della penisola iberica, fu veramente il fulcro dei progetti e delle innovazioni che permisero ai navigatori europei di avventurarsi oltre i confini degli orizzonti conosciuti, arrivando in terre ignote e piene di mistero: Africa, America, Giappone e perfino Australia. Oggi per noi la geografia del pianeta è una cosa che si dà per scontata, ce la insegnano fin dalle elementari, ma a quel tempo ancora si pensava che la terra fosse piatta e che tutto finisse oltre le famose Colonne d’Ercole. La storia che ho scritto ha per protagonisti alcuni personaggi che movimentavano la Scuola di Sagres, personaggi inventati, perché l’unico vero esempio storico (il principe Enrico detto il Navigatore) viene solo nominato, non lo vediamo mai in scena. Si parla di battaglie, vittorie e sconfitte, tradimenti e spionaggio. Ci sono gli allievi immaginari della Scuola, che studiano gli astri in ogni loro aspetto e imparano a leggere le carte nautiche. Ma principalmente è una storia d’amore. Nelle mie commedie non mancano mai le donne! Qui la protagonista è una ragazza dal carattere ribelle, ambiziosa e intelligente, che organizza in casa propria riunioni femminili con la scusa del ricamo. Ha dei pretendenti, ma è ben decisa a sposare solo l’uomo che le farà battere forte il cuore. Lo conoscerà presto, anzi proprio subito all’inizio della commedia. È anche la storia di un mistero, il suo mistero, che si nasconde negli abissi e nei resti di un continente perduto.

La scenografia artigianale, realizzata dal team della Compagnia Teatrale Archeosofica, si compone essenzialmente di un libro, gli altri elementi d’arredo fanno da contorno. I personaggi vestono costumi d’epoca un po’ rivisitati e realizzati con la collaborazione della sartoria teatrale della Compagnia. In tutto una trentina di attori e attrici si presenteranno a voi raccontandovi quest’appassionante e intricata vicenda fatta d’amore e di delitto, di fedeltà e tradimento, condita con musiche e canzoni tutte eseguite dal vivo.

Lascia un commento